Il Blog dedicato ai buon gustai e alla buona cucina italiana

Pasta e patate

  Posted on   by   17 comments

1466715897_maxresdefault.jpg



La pasta e patate, secondo la filosofia dello chef contadino Pietro Parisi, è un piatto povero che viene arricchito dall’amore per la terra e per alcuni prodotti che spesso vengono considerati “fuori mercato”. E’ il caso della patata gigante, o fuori misura, una patata di grandi dimensioni che non ha grosse richieste di acquisto da parte delle massaie e quindi viene emarginata dai mercati costringendo, a volte, i contadini a mandare a macero il prodotto nonostante la bontà del tipo di patate. Per questo motivo Pietro Parisi propone un piatto preparato con le patate grandi che prevede anche l’utilizzo delle bucce perché, come insegnano i vecchi contadini, nulla deve essere sprecato.
Per preparare la pasta e patate di Pietro Parisi, per 4 persone, dovete utilizzare i seguenti ingredienti:
400 grammi di maltagliati
500 grammi di patate giganti
100 grammi di trito: sedano, carote e cipolle
100 grammi di formaggio pecorino
1 cucchiaio di olio EVO
2 litri di brodo vegetale
QB di sale, pepe, basilico e prezzemolo

Preparate il brodo vegetale a vostro piacimento, vi consigliamo di inserire nel brodo le bucce delle patate ben pulite. Pelate e tagliate a cubetti le patate, fate soffriggere il trito di verdure in olio EVO ed inserite le patate a cubetti. Lasciate cuocere per qualche minuto a fuoco lento ed aggiungete il brodo e la pasta. Fate andare la pasta insieme alle patate mescolando con cura ed aggiungendo altro brodo man mano che si assorbe. Togliete la pentola dal fuoco quando la pasta ha raggiunto il suo punto di cottura e le patate hanno formato la classica cremina. Lasciate riposare ed aggiungete il pecorino, il sale, il pepe, il basilico ed il prezzemolo. Un pizzico di olio EVO a credo e continuiamo ad amalgamare. Impiattiamo aggiungendo un altro poco di formaggio.

source

17 comments

  1. Spero proprio di nn capitare nel tuo ristorante.

  2. enzo cuomo scrive:

    ci sono i pelapatate scusami

  3. delasmujeres scrive:

    o fra', accattatell 'nu cuppin!

  4. Riccardo1982 scrive:

    Pietro a me piace sempre molto quello che cucini, il modo in cui lo fai e l´approccio al cibo. Mi spiace molto che non produci piú questi bellissimi video su yt. Io sono sicuro che chi ne capisce di cibo e cucina in genere ti apprezza. Spero di rivederti in azione prest, ciao!

  5. Samira Hamrane scrive:

    scusi chef: un mestolo non hai in cucina ? e così si prepara il brodo vegetale? ?bu

  6. ciro mennella scrive:

    purtroppo la buccia della patata contiene la solanina( tossina tossica) e per quanto tu le possa pulire e spazzolare, daranno la terra resida nel tuo brodo, per quanto riguarda il formato o le dimensioni della patata il tuo concetto non è vero, il contadino raccoglie la patata della misura che vuole. Le patate di grandi dimensioni vengono usate dall'industria alimentare in abbondanza e la paga come le altre, e poi credimi in tanti anni non ho mai visto sbucciare cosi male una patata all'insegna dello spreco, per il brodo? neanche un allievo al primo giorno di scuola alberghiera la sbuccerebbe così credimi, non mi dire che è una tecnica tua perchè non regge. Per finire se si vuole fare un video dimostrativo di come si cucina bisogna anche avere un pochino di proprietà di linguaggio nello spiegare, mi fermo qua. Ciro

  7. enzo cuomo scrive:

    le bucce di patate sono velenose

  8. maxxxxks scrive:

    bella ricetta ma non sono convinto della bollitura delle bucce della patata.

  9. La conosci a pasta e fagioli con le patate

  10. Rob Mussaldi scrive:

    Come lo fai il brodo vegetale?

  11. Rob Mussaldi scrive:

    Complimenti davvero!! Ci vuole cuore in cucina e tu ce l'hai!
    Io sono campana,ma purtroppo vivo a Parma ed è difficile per me trovare questo tipo di prodotti! Ma cercherò di farlo! Buon tutto!

  12. Ciao Riccardo. Ti ringrazio per i complimenti e spero che oltre a guardare i miei video riuscirai anche tu a sostenere gli artigiani dell'agricoltura e della pesca coprando prodotti a km zero e di dimensioni "fuori mercato".

  13. Riccardo1982 scrive:

    …e le patate sono solo un esempio. Mi sei stato simpatico prima perche' sei campano e poi perche' ti sei preso a cuore le patate. Complimenti! ciao

  14. Riccardo1982 scrive:

    Ciao pietro, un paio di ore fa ho visto per la prima volta un tuo video ed ora passero' molto tempo a guardarti perche' le tue ricette sono MOLTO interessanti ed innovative, proprio perche' sono tradiionali e nel farle esci dal seminato. Ora che hai detto che fine fanno quelle patate ho messo in pausa per commentare e complimentarmi con te, ce ne fossero di persone che si rendono conto di cosa l'UE ci sta facendo per farci consumare prodotti importati dalla Francia…

Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *